Mantelli

Una caratteristica del cavallo che colpisce immediatamente e che anche i meno esperti sanno riconoscere a prima vista è il colore del mantello. Questo si classifica in base al colore di peli e crini (criniera e coda); ne esistono di un solo colore, di due colori separati, maculati, pezzati o più colori sfumati. In alcune razze il colore diventa una caratteristica fondamentale poiché ne è spesso il segno di riconoscimento (Frisone, Avelignese, Paint Horse…). Certo è che, come per i cristalli di neve, non esistono due cavalli che abbiano un mantello uguale, perché, se pur impercettibile, ci sarà sempre una differenza.

Mantelli a un solo colore

 sauroSAURO: con i peli e crini biondo-rossi. A seconda della diversa gradazione, si definisce: chiaro, paglierino, dorato, scuro, bruciato, ciliegio, bronzino.
 morelloMORELLO:tutti i peli e i crini sono neri. A seconda dell'intensità di neri, il morello può essere: deciso, maltino, corvino.
 albinoBIANCO o ALBINO: solo il puledro bianco fin dalla nascita può definirsi "albino"; il cavallo con questo mantello presenta pelle rosata e occhi chiari. Tutti gli altri cavalli bianchi, in realtà, hanno la pelle nera e nascono perlopiù di colore grigio schiarendosi poi con la crescita; vengono quindi definiti grigi.

 

Mantelli a due colori separati

 baioBAIO: ha peli marroni e crini e d estremità degli arti neri. A seconda della gradazione, può essere: oscuro, castano, ciliegio, dorato, slavato. 
 isabellaISABELLA: ha peli giallastri che diventano gradatamente neri nei crini e alle estremità degli arti; può essere presente una riga scura lungo il dorso (chiamata "riga mulina"). Le gradazioni sono: chiaro e scuro.
 palominoPALOMINO: anche in questo il mantello è uguale a quello dell'ISABELLA, i crini però sono bianchi.
 sorcinoSORCINO o DUSOLINO: mantello uniformemente grigio con peli color plumbeo e crini neri. Piuttosto raro nei cavalli, è più comune negli asini.

CREMA: presenta lo stesso colore dell'ISABELLA (vedi), ma i crini sono dello stesso colore dei peli.

 

Mantelli a due colori frammisti

grigio GRIGIO: con una mescolanza di peli bianchi e neri su pelle nera. Può essere ordinario se la mescolanza è paritaria, chiaro se predomina il bianco, grigio ferro se sono di più i peli neri, grigio ardesia se c'è un riflesso azzurro.  

UBERO: si mescolano i colori rossastro e bianco. Può essere chiaro o scuro a seconda che predomini uno o l'altro, sarà inoltre definito fior di pesco se i peli rossi sono riuniti in rosette oppure millefiori se i peli bianchi sono riuniti in fiocchi.

FALBO, LUPINO o CERVATO: si mescolano il giallo e il nero e i crini sono neri.

 

Mantelli a tre colori frammisti

 roanoROANO: ha peli rossi, bianchi e neri e le estremità nere. Se predomina il bianco sarà chiaro, se predomina il nero sarà carico e se sono di più quelli ossi sarà vinoso.

 

Mantelli pezzati

Si definiscono pezzati i mantelli in cui le macchie di pelo sono omogenee.

 overoOVERO o PEZZATO BASSO: il colore predominante è il bianco.  
 tobianoTOBIANO o PEZZATO ALTO: si presenta scuro con macchie bianche.

 

Mantelli maculati

Sono caratterizzati da una pezzatura con macchie molto piccole che, a seconda della grandezza vengono chiamate con termini diversi. Particolare è la maculatura di alcuni soggetti di razza Appaloosa che si trova concentrata sulla groppa.

 

Ipse dixit

IL CAVALLO E' UN DONO DI DIO AGLI UOMINI.
(proverbio arabo).


UN CAVALLO, UN CAVALLO, IL MIO REGNO PER UN CAVALLO!
(Riccardo III - Shakespeare)

IL GALOPPO E' LA CURA PER OGNI MALE.
(B.Disraelli)

CAVALCARE TRASFORMA "VORREI" IN "POSSO".
(P.Brown)

NEL MONTARE UN CAVALLO NOI PRENDIAMO IN PRESTITO LA LIBERTA'.
(H.Thomson)

FRA LA SELLA E LA TERRA C'E' LA GRAZIA DI DIO.
(proverbio irlandese)

UN CAVALLO VALE PIU' DI OGNI RICCHEZZA.
(proverbio spagnolo)

L'ARIA DEL PARADISO E' QUELLA CHE SOFFIA TRA LE ORECCHIE DI UN CAVALLO.
(proverbio arabo)

Login Form